Invalidità

Questa sezione offre un panorama generale dei diritti che la legislazione italiana riserva ai malati di Crohn e di Colite Ulcerosa.

Una corretta informazione è il punto di partenza per ottenere (cosa tutt’altro che scontata) ciò che spetta di diritto e per perseguire uno degli obiettivi più interessanti di M.I.Cro. ETS, superare gli ostacoli che si incontrano in ambito lavorativo per chi soffre di queste patologie.

E’ prevista l’invalidità per le MICI?

La Colite Ulcerosa e la Malattia di Crohn sono patologie infiammatorie croniche intestinali per le quali è previsto il riconoscimento dell’invalidità civile, e nei casi più gravi anche dell’assegno di invalidità civile o della pensione ordinaria di invalidità.

La domanda di Invalidità civile va presentata all’INPS e i dettagli aggiornati su come presentarla e sull’accertamento sanitario si possono trovare nel Portale INPS cliccando su “Domanda di invalidità civile e accertamento sanitario

Si possono contestare i giudizi su l’assegnazione dell’invalidità?

Vi sono due possibili Ricorsi:

  • Il Ricorso Giudiziario contro i provvedimenti di diniego del riconoscimento dell’invalidità civile. Le cui informazioni e modalità di presentazione si possono trovare sul Portale INPS cliccando su “Ricorso giudiziario
  • Il Ricorso Amministrativo ammesso esclusivamente contro provvedimenti di rigetto o di revoca dei benefici economici che riguardano i requisiti amministrativi come il reddito, la cittadinanza o la residenza. La domanda va presentata online attraverso il Portale dell’INPS. Le modalità e l’accesso al servizio si possono trovare cliccando “Ricorso Amministrativo”.

Si consiglia, per avviare le pratiche e seguire l’esatto iter, di rivolgersi ad un CAF di fiducia.